RACCONTI EROTICI: L'idraulico e mia moglie

Mia moglie ha 38 anni ed e’ veramente attraente. Quest’estate abbiamo avuto un piccolo guasto al lavabo in cucina e io avevo chiamato l’idraulico sapendo che c’ero in casa anche io. Non mi piace far entrare sconosciuti quando io sono assente.
Venne un giovane che si mise subito al lavoro. Mia moglie stava in cucina stirando. Indossava uno scamiciato leggero su di una maglietta di cotone.Quando lei stira, guarda un piccolo televisore che abbiamo in cucina. Il giovane si era messo sotto il lavabo, trafficando con gli attrezzi soliti. Io me ne ero tornado a leggere in salotto. Poi, mi si accese la lampadina. Cominciai a immaginare se non ci fossi stato, se il giovane avesse importunato mia moglie,se fosse capitato insomma qualcosa. E mi eccitai poco a poco. Non ne potevo piu’. Mi alzai silenziosamente, senza le infradito per non far rumore.Mi avvicinai senza essere visto alla porta della cucina e spiai. Mia moglie, poverina, stava stirando mentre guardava la tv, girata di spalle al lavabo. Il giovane, che era disteso per terra, si era leggermente spostato con la testa verso mia moglie e si stava godendo lo spettacolo delle sue cosce abbronzate e delle mutandine. Era visibilmente eccitato. Il grosso pacco che gli vedevo nella tuta leggera lasciava capire. Ogni tanto faceva movimenti con i ferri, ma spesso si toccava davanti…Non poteva vedermi da dove stavo. Dopo aver osservato la scena, decisi di andar via e di lasciarlo godere. Corsi in bagno e dovetti masturbarmi violentemente, pensando se il giovane avesse messo mia moglie piegata a novanta gradi sull’asse da stiro, sfilato le mutandine e infine sturato a fondo la sua fontana.Alla fine del lavoro, il giovane (che era eccitatissimo) chiese di poter andare in bagno. Chiamai mia moglie e le dissi :”amore, fai vedere tu dove sta il bagno?”. Una volta andato via il giovane, raccontai a mia moglie come si era eccitato il giovane e lei, sorridendo, mi rispose semplicemente che ero un porco. La portai in bagno e le mostrai alcuni residui di schizzi sul lavandino (erano quelli miei). Lei penso’ a quello che aveva potuto fare il giovane e commento’ :”siete tutti porci voi altri”.

Ultime ricerche