Un pompino in chiesa

Non ho vergogna a raccontare quello che ho fatto di recente nella chiesa del mio paesino, anzi, se potessi lo rifarei ancora, perché è stata un’esperienza davvero molto eccitante.

Mi chiamo Francesca e sono una donna sposata di 28 anni, il mio matrimonio a mala pena si regge in piedi, ci siamo sposati troppo giovani e questo ha penalizzato la mia vita, soprattutto quella sessuale, diventata monotona troppo presto.

Proprio questa monotonia ha fatto si che il nostro rapporto si sia man mano sgretolato, non avevo intenzione di raccogliere i pezzi del mio matrimonio fallito, così un giorno ho deciso di darci una vera e propria scossa.

Era domenica mattina, la chiesa era piena di persone per la messa di mezzogiorno, io e mio marito ci eravamo messi in fondo, non c’era posto e in tanti eravamo rimasti in piedi.

Non mi interessava affatto quello che stava dicendo il parroco, iniziai a guardarmi intorno cercando un posto dove trascinare mio marito e fargli un pompino, notai una colonna che copriva un angolo della parete dietro di noi, mi sembrava un buon posto.

Sono passata in azione, ho messo una mano sul cazzo di mio marito, ho iniziato a massaggiarlo, lui mi ha guardato con occhi terrorizzati, poi si è guardato intorno assicurandosi che nessuno stesse vedendo, per quanto cercasse di mantenere la calma, il suo bastone si stava gonfiando, mi sono avvicinata al suo orecchio e gli ho sussurrato di seguirmi.

Ci siamo nascosti dietro quella colonna, glielo tirato fuori, era duro, l’ho preso in bocca e l’ho succhiato, mi ha messo una mano dietro la testa e mi ha guidato nei movimenti, i suoi gemiti di piacere erano coperti dalla voce del parroco che faceva la predica.

L’ho succhiato sempre più veloce, mi sono sbattuta le palle in faccia e ho leccato anche quelle, lo sentivo molto vicino all’orgasmo, solitamente mi veniva sulle tette, ma in quella situazione non poteva sporcami, così ho aperto la bocca e ho ricevuto ogni goccia del suo sperma.

Mi ha schizzato per bene, intanto un ragazzo aveva assistito a tutta la scena e si stava menando il suo di cazzo, noi ci siamo dami una rapida sistemata e siamo tornati al nostro posto, probabilmente l’altro si è segato fino a venire.

Dopo quella scopata in chiesa, io e mio marito abbiamo iniziato a farlo in posti strani o in posti pubblici dove il rischio di essere scoperti era alto, abbiamo scoperto che ci piace molto il pericolo e la monotonia è del tutto scomparsa.

Ultime ricerche