Il sogno voglioso

Come
fossi una monella senza fine, ho deciso che non indosserò più nulla sotto!



Mi
piace il contatto con parti estranee quando mi siedo, mi piace sentirmi
libera … sedermi ed aprire le gambe … guardare che mi stanno guardando … vogliosi e
sporcaccioni … che goduria!



Penso
a te, uomo dei miei desideri sfrenati e trasgressivi,  penso a quando verrai … a
quando farai di me la donna del piacere infinito …



Indosso
un vestito largo e colorato, sandali e capelli al vento, oggi andremo a fare una
passeggiata … così mi hai promesso…



Guardo
l’orologio, sono impaziente: due giorni senza vederti sono troppi. Ecco sei
arrivato … con fare svelto scendo ed arrivo vicino alla tua auto … mi guardi e la
tua mano veloce vola sotto il vestito … si controlli se indosso qualcosa
… sorridi di piacere!
Riparti, non so dove ma dici che mi piacerà … dopo un’ora
di viaggio e la tua mano che gingilla con la mia farfalla pulsante ci fermiamo
vicino al mare, un luogo alquanto deserto … ci si arriva attraverso stradine
scoscese e ripide … scendiamo e tu mi abbracci … mi baci, mi mordicchi le labbra,
la tua lingua calda e invadente esce ed entra dalla mia bocca, che gusta con
piacere il tuo sapore … la tua saliva …



Prendi
dall’auto un plaid azzurro e lo posizioni sotto un grande e secolare ulivo … il
sole tiepido misto alla brezza di mare penetra in ogni dove … ci sediamo … ho
voglia di fare pipì, mi allontano e veloce mi accovaccio lasciando che la pipì
fuoriesca veloce … tu sei lì, e il tuo cazzo ormai voglioso mi sfiora la bocca, gli
lecco la cappella lo lecco tutto, lo prendo e lo succhio … 
Mi dici: “Continua a
stare così, e se hai finito toccati” … Obbedisco al tuo desiderio e leggermente
mi sposto senza lasciare il mio delizioso boccone … che ormai occupa la mia
bocca …
Senza accorgemene sono quasi a pecorina … mi tocco e … ops! … incontro due dita
… “Wauu” – dico tra me – “un sogno duplicato!”. Due dita che sanno giocare con il mio
clitoride, gustando e leccando mentre con la bocca faccio su e giù con il mio cazzo preferito … sento
nella mia fica ormai calda e pulsante una lingua che mi porta ad un
orgasmo … sento lui che beve i miei umori, urlo di piacere con il mio gingillo in
bocca … quando lo estraggo per leccarlo e gustarlo ancora meglio, il mio lui mi
alza … mi giro per vedere chi fosse l’altro uomo del sogno … nessuno! 
Mi dico: “avrai
sognato” … ci stendiamo su plaid … lui sotto ed io sopra, un 69 … che complicità
incredibile … lui freme lo sento … lo estraggo dalla mia bocca e lo rilecco, mi piace da morire gustare
quel membro ingrossato … ed ecco che il sogno ritorna .. sento lui che lecca la
mia fica … sono eccitatissima … sento l’uomo del sogno che gioca con il mio buco del
culo … due dita mi invadono … mi sento piena di piacere e sento il mio lui che sta per
venire … la mia bocca lo ingoia … nella mia fica sento un cazzo che va su e
giù … le due dita aprono la fessura anale … vertiginosi su e giù, gemiti che
muoiono in gola …

Il mio lui viene e il suo mieloso nettare è subito ingoiato … lo lecco e lo
gusto … la mia fica è impazzita … lui si gira ed ora due cazzi vogliosi sono in
me … e cavalco il mio lui con la mia fica vogliosa e troia, mentre l’altro uomo del sogno cavalca il mio culo aperto e vibrante,  e insieme mi portano ad un orgasmo senza fine …



Ultime ricerche