Te lo devi guadagnare

Tempo fa stavo con una ragazza, Stefania, molto più giovane di me ma molto porca, mi ha mollato per tornare col suo ex e non gliel’ho perdonata, nel senso che sua mamma (!!!) mi ha chiamato mesi dopo dicendo che lei continuava a pensarmi, che voleva chiamarmi, ecc. 

Le ho detto che stavo bene come stavo, ma questa è una fantasia su questa storia.
Allora, combino tramite una sua amica un incontro con Stefy. Ci vediamo in un locale e chiacchieriamo, poi chiaramente lei mi dice che vuole tornare con me, le dico che per il momento non ci penso neanche perché mi ha ferito troppo quando mi ha mollato. Lei mi fa “farei qualsiasi cosa per tornare con te…” e io “qualsiasi? Attenta che potrei prenderti in parola…” e lei “sì, qualsiasi…”. Allora decido di godermela un po’, magari non ci torno insieme ma me la spasso alla grande di sicuro.
Le dico che andiamo via e andiamo verso la mia auto, a questo punto le faccio “vediamo se sei di parola, fammi un pompino qui” lei mi dice “ma ci possono vedere…”, e io “e allora? Avevi detto qualsiasi cosa e ti tiri indietro subito alla prima richiesta?”. Lei subisce e mi fa “va bene…”. Mi appoggio alla macchina e la faccio inginocchiare di fronte a me, mi slaccio i pantaloni e le dico “dai, succhialo tutto per bene…”, lei inizia a prenderlo in mano, me lo mena un pochino e poi inizia a leccarmelo, lo insaliva ben bene e poi se lo mette tutto in bocca, inizia a succhiarmelo sempre più avidamente e a fondo, lo ingoia tutto fino alle palle che intanto massaggia con una mano. Io sto arrivando al limite e le dico “sto per venire, ti voglio venire in faccia, dai…”, se lo toglie dalla bocca e inizia a menarmelo tenendoselo davanti alla faccia.
Dopo poco vengo con un rantolo e le sborro su tutta la faccia e i capelli, poi le dico di ripulirmelo per bene, cosa che lei fa di gusto. Con ancora la mia sborra sulla faccia, mi fa “piaciuto, tesoro? Se torniamo insieme questo succederà tutte le volte che vuoi, devi solo chiedere…” e io “sì, mi è piaciuto ma non pensare di cavartela con così poco se vuoi tornare con me!”. Dopo essermi rivestito, l’accompagno verso la sua macchina e lei mi fa “ci vediamo domani?” e io “non so, non credo, ti chiamo io” e la saluto lasciandola andare.
Come inizio non c’è male, ma questa stronzetta me la deve pagare per bene, altro che un pompino con sborrata in faccia…